TwitterFacebookGoogle+

Pioggia di fuoco tra Israele e Gaza

Tornano a soffiare venti di guerra tra Gaza e Israele. I caccia israeliani hanno colpito decine di bersagli nella Striscia e nelle ultime ore almeno tre persone sono morte, tra cui una donna incinta e la figlia di un anno e mezzo. Per tutta risposta i miliziani palestinesi hanno sparato decine di razzi verso Israele. Hamas ha accusato lo Stato ebraico di voler sabotare i colloqui di pace indiretti avviati al Cairo.

L’Onu tenta la mediazione

Si rischia dunque una nuova escalation proprio mentre l‘Onu e l’Egitto lavorano a una tregua di lungo termine tra Israele e le fazioni palestinesi. Negli ultimi giorni, i leader del movimento islamico si sono incontrati a Gaza per discutere la proposta sulla riconciliazione tra le fazioni palestinesi, l’alleggerimento del blocco economico imposto dall’enclave costiera palestinese e su un cessate il fuoco con Israele.

La delegazione, guidata da Saleh al-Arouri, vice capo del movimento, e comprendente anche il portavoce di Hamas, Husam Badran, e un altro importante esponente del gruppo armato, Mousa Mohammed Abu Marzuk, è tornata proprio mercoledì al Cairo per tenere nuovi negoziati con i mediatori egiziani.

Le accuse di Hamas

“La tempistica dell’escalation nella Striscia di Gaza e l’attacco alla resistenza palestinese, proprio quando la delegazione di Hamas arrivava al Cairo per i colloqui, dimostrano che Israele vuole contrastare questi sforzi”, ha detto un portavoce di Hamas, Fawzi Barhoum. “Israele ha la piena responsabilità di ciò che sta accadendo a Gaza”, ha aggiunto.

Israele pronto alla “più ampia operazione mai vista”

Intanto il governo israeliano è pronto ad avviare “la più ampia operazione militare che si sia mai vista a Gaza” . L’ultima decisione spetta al gabinetto di sicurezza. 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.