TwitterFacebookGoogle+

Politkovskaia: Corte Strasburgo condanna la Russia, “non ha cercato i mandanti”

 La Corte europea dei diritti dell’uomo ha condannato la Russia per non “avere messo in atto le indagini appropriate per indentificare i mandanti” dell’omicidio della giornalista russa Anna Politkovskaia, avvenuto nel 2006. “Lo Stato russo ha mancato agli obblighi relativi alla effettività e alla durata delle indagini”, sostiene la sentenza della Corte, violando così la Convenzione europea dei diritti dell’Uomo. La Corte rileva in particolare che “se le autorità hanno trovato e condannato un gruppo di uomini direttamente coinvolti nell’assassinio della signora Politkovskaja, non hanno attuato adeguate misure investigative per identificare i mandanti dell’omicidio”.

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.