TwitterFacebookGoogle+

Polonia, arrestato iracheno con esplosivo a Lodz

Varsavia – Un iracheno è stato sottoposto a misura di custodia cautelare a Lodz, nella Polonia centrale dopo che è stato trovato in possesso di una piccola quantità di esplosivo. La Polonia ha alzato il livello di allerta in vista delle Giornate mondiali della Gioventu’ che porteranno centinaia di migliaia di fedeli da domani a domenica a Cracovia, dove è atteso anche Papa Francesco. Per la Procura non ci sono però elementi per parlare di attivita’ terroristica: “Non abbiamo trovato materiale sufficiente per causare una esplosione”. L’iracheno sarebbe stato espulso un paio di settimane fa dalla Svezia e in precedenza l’uomo aveva vissuto in Svizzera per molti anni. L’uomo aveva una documentazione minima con sè ed è stato di detenzione preventiva per due mesi. La quantità di esplosivo non era sufficiente per provocare un’esplosione, ma rischia comunque otto anni di reclusione se dovesse essere riconosciuto colpevole di detenzione illegale di sostanze esplosive.  Secondo la tv Polsat, l’uomo aveva con sè delle note sui preparativi di “atti terroristici” il cui obiettivo sarebbero stati principalmente “esercizi commerciali francesi” in Polonia. Per la protezione del Pontefice e dei giovani a Cracovia sono stati mobilitati più di 40mila uomini. (AGI)

 
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.