TwitterFacebookGoogle+

Portogallo: Fmi, servono altre misure per taglio deficit a 2,2%

(AGI) – Lisbona, 2 lug. – Il Portogallo dovra’ mettere in campo misure addizionali per raggiungere l’obiettivo di discesa del deficit al 2,2% del Pil. E’ quanto ha sottolineato Subir Lall, capo missione del Fondo in Portogallo, in un’intervista al settimanale portoghese ‘Expresso’.
Lall ha ricordato che l’Fmi spera che Lisbona riesca a tagliare il deficit al 2,9% quest’anno, obiettivo raggiungibile solo mantenendo un percorso di serio consolidamento fiscale.
“Le opzioni sono limitate per attuare una correzione rilevante quest’anno. Il cammino a medio termine deve essere chiaro e articolato”, ha spiegato l’esponente del Fondo.
Questa settimana l’Fmi ha tagliato le stime di crescita del Portogallo all’1%, lo 0,4% in meno rispetto a quanto previsto lo scorso aprile e sotto le attese del governo portoghese che stima un +1,8%.
Il Portogallo, cosi’ come la Spagna, rischia di incorrere nelle sanzioni Ue per deficit eccessivo. Martedi’ prossimo la Commissione europea dovrebbe pronunciarsi su questo. (AGI)
.

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.