TwitterFacebookGoogle+

Potenza: muore donna in sala operatoria, arrestati 3 medici per omicidio colposo

(AGI) – Potenza, 25 ott. – Tre medici di Potenza sopno stati arrestati con l’accusa di omicidio colposo in concorso per la morte di una donna di 71 anni durante un intervento di cardiochirurgia. Tra i tre medici arrestati, ora ai domiciliari, c’e’ anche il primario del reparto di Cardiochirurgia. Il primario Nicola Marraudino, di 54 anni, e’ anche accusato di falso in atto pubblico per aver falsificato il registro operatorio. Gli altri due medici arrestati dalla Squadra mobile di Potenza – in esecuzione di un’ordinanza emessa dal gip del capoluogo lucano su richiesta della Procura della Repubblica – sono Michele Cavone, di 61 anni, e Matteo Galatti, di 46.

La donna, Elisa Presta, di 71 anni, mori’ il 28 maggio 2013 in seguito alle complicanze sorte durante l’intervento. Le indagini, cominciate nel novembre 2013 in seguito a un esposto anonimo, portarono nelle settimane successive all’interrogatorio di medici e infermieri e dei familiari della donna. Lo scorso 14 luglio, inoltre, fu depositata la perizia medico-legale. Il 29 agosto, invece, sul sito ‘Basilicata 24′ era stata pubblicata un’intercettazione in cui Cavone ammetteva gravi comportamenti suoi e di altri medici (tra cui il primario) durante l’intervento di cardiochirurgia. In seguito, il direttore del sito ha consegnato agli investigatori altre due intercettazioni, che, insieme alla prima, “sono entrate a far parte – spiegano dalla Procura della Repubblica di Potenza – del quadro complessivo di elementi a carico degli indagati, a conferma di quanto gia’ accertato”.

Il commissario dell’Azienda Ospedaliera “San Carlo”, Rocco Maglietta ha disposto l’immediata interruzione delle attivita’ ordinarie del reparto e ha affidato l’interim della direzione della UOC di Cardiochirurgia al responsabile del Dipartimento dell’Alta specialita’ del Cuore, Francesco Sisto. Il personale in servizio sara’ organizzato per garantire le emergenze. (AGI)

Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.