TwitterFacebookGoogle+

Prende in ostaggio manager in Texas, ucciso  

Houston – Paura in un grande magazzino Walmart ad Amarillo, in Texas, dove un ex dipendente armato di origine somalo ha tenuto in ostaggio per due ore il manager della struttura prima e un’altra persona di essere ucciso dagli agenti speciali della polizia Swat. Per le autorità non si è trattato di terrorismo ma di dispute sul posto di lavoro. L’uomo era penetrato all’interno del centro commerciale, sparando colpi di arma da fuoco in aria e scatenando il panico tra lavoratori e clienti. L’assalto a Walmart è destinato a rinfocolare le polemiche sulle troppe armi che circolano negli Stati Uniti, già divampate dopo la strage in un locale gay di Orlando. (AGI)

 
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.