TwitterFacebookGoogle+

Presidente Cnr, Nobel decisivo per nuovi materiali quantistici

Roma – Il Premio Nobel per la Fisica 2016 a David Thouless, Duncan Haldane e Michael Kosterlitz e’ legato, secondo il presidente del CNR, Massimo Inguscio, allo sviluppo di “nuovi materiali quantistici ‘esotici’ che proteggono dai disturbi dovuti a rumore, impurita’ e disordine. In tal modo vengono preservate quelle caratteristiche che aprono prospettive reali nello sviluppo di mattoni fondamentali per le tecnologie del futuro, ad esempio di bit quantistici estremamente stabili che potrebbero avvicinare la realizzazione di calcolatori rivoluzionari”.

Il CNR, rileva Inguscio, “in sinergia con il mondo universitario, lavora in questi campi di frontiera sia con nuovi materiali allo stato solido che con simulatori con atomi ultrafreddi. Ed e’ tanto impegnato in questo sforzo verso il futuro da coordinare la road map italiana nella importante flagship lanciata dall’Europa proprio sul tema delle tecnologie quantistiche”. (AGI)
 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.