TwitterFacebookGoogle+

Prete svizzero condannato

Cinque anni di prigione inflitti in Belgio ad un sacerdote colpevole di abusi sessuali ai danni di un minore.
La Corte di appello di Bruxelles ha condannato mercoledì a cinque anni di prigione (due sospesi condizionalmente) un prete svizzero, colpevole di abusi sessuali commessi ai danni di un ragazzo. Reati commessi in un collegio della capitale belga tra il 2010 e il 2011.

L’uomo, che ha sempre negato gli addebiti e che oggi non è comparso alla sbarra per ragioni mediche, in primo grado era stato prosciolto poiché non era stata stabilita la certezza della sua colpevolezza. La vittima, un giovane che all’epoca dei fatti aveva meno di 16 anni, si è costituito accusatore privato insieme ai genitori.

Il sacerdote è però stato prosciolto dagli stessi reati che la procura ritiene abbia commesso contro altri due giovani. Anche in questo caso non né è stata ravvisata la colpevolezza oltre ogni dubbio.

L’imputato era già stato sospettato di reati di natura sessuale commessi ai danni di minori quando si trovava in Svizzera, ma era stato prosciolto, nel 2006, da un tribunale ecclesiastico, anche se gli era stato vietato di avere

ATS/ludoC

https://www.rsi.ch/news/svizzera/Prete-svizzero-condannato-9899611.html

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.