TwitterFacebookGoogle+

Primi vincitori: Lele primo tra le Nuove Proposte

E’ Lele (Raffaele Esposito), 20 anni, campano, il vincitore del Festival di Sanremo 2017 nella categoria Nuove Proposte. Ha portato in gara il brano “Ora mai”. Secondo posto per Maldestro con “Canzone per Federica”, terzo posto per Francesco Guasti con “Universo” e, infine, quarto posto (erano quattro i finalisti) per Leonardo Lamacchia con il brano “Ciò che resta”.

Lele conquista la corona delle Nuove Proposte con ‘Ora mai’ 

È @LeleUfficiale il vincitore delle #NuoveProposte di #sanremo2017 dedica il premio alla sua famiglia e ai suoi insegnanti “tra cui Maria” pic.twitter.com/BVqVbkL9ue

— Rainews (@RaiNews) 10 febbraio 2017

Testo e musica dello stesso Lele, Rory Di Benedetto e Rosario Canale, prodotto da Fabrizio Ferraguzzo, il brano che ha vinto tra le Nuove Proposte è caratterizzato da sonorità pop accattivanti e da un ritornello che rimane subito impresso.

A Maldestro il premio Mia Martini

Maldestro, nome d’arte di Antonio Prestieri, campano, ha vinto con “Canzone per Federica” il Premio della Critica ‘Mia Martini’ nella sezione Nuove Proposte al Festival di Sanremo 2017. Il riconoscimento è assegnato dai giornalisti accreditati nella sala stampa dell’Ariston Roof. Maldestro ha ottenuto 39 voti, precedendo Marianne Mirage che ha avuto 21 voti; terzo posto per Lele con 16.

A Tommaso Pini il premio Lucio Dalla

Tommaso Pini, 27 anni, toscano, ha vinto il premio della sala stampa radio-tv-web ‘Lucio Dalla’ per la sezione Nuove Proposte con il brano “Cose che danno ansia”. Ha preceduto Maldestro, Lele, Leonardo Lamacchia, Marianne Mirage, Francesco Guasti, Valeria Farinacci, Braschi. 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.