TwitterFacebookGoogle+

Processo Pistorius, il padre di Reeva alla sbarra

Pretoria – Il padre di Reeva Steenkamp, la bellissima modella fidanzata del campione paralimpico sudafricano Oscar Pistorius, da lui uccisa nell notte di san Valentino del 2013, e’ convinto che ci fu un lite tra i due poco prima dell’omicidio. “Personalmente ritengo che ci fu una lite”, ha dichiarato Barry Steenkamp, chiamato alla sbarra dal procuratore, dinanzi al tribunale di Pretoria, che deve stabilire la condanna di Oscar Pistorius, riconosciuto colpevole di omicidio.

Pistorius rischia 15 anni, arriva la sentenza definitiva

Chiamato a testimoniare dal procuratore, Steenkamp ha detto che l’unica foto che ha visto della figlia dopo la morte e’ stata quella mostrata in tribunale: “Qualcuno pensera’ che sia un insensibile… Ma vorrei che tutti vedessero le ferite che aveva e il dolore che ha patito”. Steenkamp ha aggiunto che la moglie June e’ cristiana e che ha perdonato Pistorius “cosi’ puo’ continuare a vivere”, ma che il giovane deve “pagare per il crimine che ha commesso”. “Non voglio dire che deve prendere il massimo.. Ma deve pagare”.

Da eroe simbolo di tenacia al carcere, la parabola di Pistorius

Condannato gia’ in prima istanza a 5 anni di prigione per omicidio involontario il campione sudafricano ha scontato un anno di carcere prima di essere messo in liberta’ vigilata nella casa di uno zio a Pretoria. Lo scorso anno la Corte di Appello ha rovesciato il verdetto di primo grado riconoscendo Pistorius colpevole di omicidio volontario. (AGI)
 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.