TwitterFacebookGoogle+

Procreazione assistita, la legge 40 davanti alla Consulta

Procreazione assistitaNel mirino il divieto per le coppie fertili, ma con malattie genetiche, di accedere alla diagnosi preimpianto.

La legge 40 sulla procreazione assistita torna davanti alla Consulta.
Il tribunale di Roma ha sollevato la questione di costituzionalità sul divieto per le coppie fertili di accedere alla procreazione assistita e alla diagnosi preimpianto, anche se portatrici di malattie trasmissibili geneticamente.
È la prima volta che questa specifica questione arriva alla Consulta. In passato se ne era occupata invece la Corte europea di Strasburgo che nel 2012 aveva condannato l’Italia per violazione di due norme della Convenzione per la salvaguardia dei diritti dell’uomo.

SISTEMA ITALIANO INCOERENTE. In quell’occasione, i giudici europei avevano sottolineato «l’incoerenza» del nostro sistema, che da un lato vieta alla coppia fertile, ma portatrice di una malattia geneticamente trasmissibile di ricorrere alla diagnosi preimpianto, e dall’altro, con la legge 194 sull’aborto, le permette l’aborto terapeutico nel caso il feto sia affetto dalla stessa patologia.

RICORSO AVANZATO DA UNA COPPIA. Alla prima sezione civile del tribunale di Roma, che ha sollevato la questione, si è rivolta una donna, portatrice sana di distrofia muscolare Becker (malattia genetica ereditata dal padre) e il marito, che si erano visti negare dal Centro per la tutela della Salute della donna e del bambino ‘Sant’Anna’ sia l’accesso alla procreazione assistita, sia la diagnosi preimpianto, sulla base del presupposto che il divieto non è stato cancellato dalla legge 40.
 
Secondo l’Associazione Luca Coscioni, la legge, allo stato attuale, vieta alle coppie fertili, ma portatrici di patologie genetiche, di prelevare una cellula dall’embrione per valutare se sia affetto da patologie, per poi stabilire se impiantarlo o meno nell’utero materno.
Per la legge 40, quindi, una donna dovrebbe tentare gravidanze senza poter sapere prima dell’evento della nascita le speranze di vita del figlio.

Lunedì, 27 Gennaio 2014

http://www.lettera43.it/benessere/procreazione-assitita-la-legge-40-davanti-alla-consulta_43675120893.htm

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.