TwitterFacebookGoogle+

Prodotti tipici: e' un carciofo e viene festeggiato a Ramacca

(AGI) – Roma, 6 apr. – Dal primo al dolce. Tutto rigorosamente a base di carciofo. O meglio di “Violetto Ramacchese”, la pregiata qualita’ coltivata, da secoli, nelle campagne catanesi di Ramacca: e’ qui che dall’1 al 3, e ancora dall’8 al 10 aprile prossimi, si celebrera’ la 26esima edizione della Sagra del Carciofo. Nei sei giorni della sagra si salutera’ l’arrivo della primavera gustando piatti dal sapore unico tutti esaltati dall’ortaggio che affonda le sue radici nel passato della Sicilia, quando questo prezioso frutto della natura era conosciuto per le sue qualita’ afrodisiache e non poteva mancare sulle tavole piu’ raffinate. Ad attendere i visitatori saranno ricette imperdibili come i fusilli con ricotta e carciofi, i paccheri al forno con carciofi e scamorza affumicata, il risotto alla crema di carciofo e zucca gialla, la frittata con carciofi e verdure, le salsicce al cuore di carciofo e persino il dolce alla crema di carciofo. Ma non solo: raggiungere il paese in provincia di Catania costituira’ una buona occasione per assaggiare anche il famoso pane di Ramacca e altre specialita’ culinarie che trasformeranno il centro storico in una sorta di grande vetrina gastronomica: dalle arance rosse di Sicilia all’olio di oliva, dai formaggi al miele fino al vino.(AGI)
Bru

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.