TwitterFacebookGoogle+

Prostituzione, è boom dei siti che recensiscono le prestazioni

Prostituzione, è boom dei siti che recensiscono le prestazioniVeri e propri tariffari, con tanto di giudizi, commenti e descrizioni minuziose. L’argomento uno solo: la valutazione, condivisa su Internet, del sesso a pagamento.Accade su siti dai nomi curiosi, come Gnoccaforum ed Escortadvisor. Forum dove vengono recensite le prestazioni di prostitute, escort e trans, a beneficio dei futuri clienti.Lo racconta un’inchiesta de L’Espresso, che svela gusti e tendenze di chi usufruisce del mercato del sesso. Ci sono consigli e raccomandazioni ai colleghi, messi in guardia contro odori sgradevoli (Quella puzza di fumo) o finte foto profilo pubblicate sui siti di appuntamenti. Raccomandazioni che, ricordiamo, sfiorano sempre il reato di favoreggiamento.Non mancano i racconti dettagliati, sempre con un occhio al portafoglio: alcune prestazioni costano più di altre e non tutti sono disposti a spendere di più al momento di pagare.

Un rapporto orale senza preservativo, ad esempio, richiederà un extra rispetto ad uno consumato con il profilattico, e così allo stesso modo un rapporto anale costerà di più rispetto ad uno tradizionale.Come spiega L’Espresso, Gnoccaforum, il sito più visitato, attivo ormai da cinque anni, registra addirittura 50.000 utenti giornalieri. Tra l’altro, offre una sorta di tabella in cui vengono registrati nazionalità, età, tipo di prestazioni e tariffe della prostituta. Gli utenti inoltre scrivono commentando anche il carattere delle professioniste: Era distaccata, oppure Era sbrigativa, contribuendo a creare un profilo sempre più completo dell’interessata.Ci sono poi alcuni commenti entusiasti sulle lavoratrici incinte e altri, inquietanti, su quelle giovani, giovanissime, quelle che potrei essere suo padre.

Il fondatore di Escortadvisor (realizzato sul modello del più noto Tripadvisor) Mike Morra, 45 anni, rivela come il proprio sito stia crescendo a un ritmo spaventoso. Stiamo parlando di 310 mila visite al mese e di 195 mila utenti unici, in pochissimo tempo – spiega – Cresciamo a un tasso del 40% al mese.A chi cita la parola favoreggiamento Morra risponde: Noi forniamo solo una scatola vuota ai clienti, sono loro che inseriscono informazioni. Le sole cose a cui facciamo particolare attenzione sono i linguaggi violenti, che non si parli né si accenni mai alla minore età, neanche quando dicono ‘ha 20 anni ma ne dimostra 16’ e che appunto non si tratti di qualche furbo che sta pubblicizzando qualcuna.L’Espresso fornisce poi un ritratto del cliente medio: sposato, di mezza età, con ottima disponibilità economica e cultura medio bassa, al punto che a volte dobbiamo fare un editing  delle recensioni e correggere gli errori più grossolani.Tuttavia, al netto degli errori sintattici, quello delle recensioni è un business che muove montagne di denaro e inizia già ad attirare investimenti stranieri.

Original Article >>

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.