TwitterFacebookGoogle+

Prostituzione: sigilli ad agriturismo a luci rosse nel Catanese

(AGI) – Catania, 24 giu. – Su disposizione della Procura della Repubblica di Catania, la Guardia di finanza ha eseguito nel pomeriggio il provvedimento di sequestro di un agriturismo di Riposto per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. Denunciati due coniugi di 49 e 50 anni, titolari della struttura. I finanzieri della Compagnia di Riposto sono intervenuti dopo diversi esposti inviati da alcune mogli che segnalavano l’esistenza di un giro di prostituzione presso un agriturismo frequentato dai loro mariti. Sono stati cosi’ effettuati appostamenti e riprese video che hanno consentito di raccogliere i primi riscontri. I gestori dell’agriturismo, oltre a gestire l’attivita’ di ristorazione, avevano organizzato un fruttuoso giro di prostituzione. In particolare, le stanze disponibili erano concesse a prostitute italiane e straniere, i cui appuntamenti venivano programmati per regolare l’afflusso dei ‘clienti’. I guadagni venivano formalmente mascherati quali corrispettivi per l’utilizzo delle camere. Su tale aspetto i finanzieri procederanno ai dovuti approfondimenti anche di natura fiscale. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.