TwitterFacebookGoogle+

Putin conquista la Duma, maggioranza assoluta

Mosca – Il Partito Russia Unita di Vladimir Putin ha vinto con una schiacciante vittoria le elezioni parlamentari di domenica, conquistando il 54,3% dei suffragi, secondo lo scrutinio arrivato al 90% dei voti. La formazione conquista dunque la maggioranza assoluta in Parlamento. In base alle proiezioni, Russia Unita dovrebbe ottenere almeno 338 seggi alla Duma su 450, una maggioranza schiacciante. Russia Unita e’ seguito da due partiti che sostengono solitamente la maggior parte delle scelte governative: il partito comunista (Kpfr) e i nazionalisti (Ldpr).

Al secondo posto, dunque, il partito comunista col 13,54%, seguito col 13,28% dai nazionalisti del partito liberal-democratico. Il quarto posto, come nella precedente Duma, e’ di Russia Giusta, che ottiene il 6,19% delle preferenze. I partiti extra parlamentari e di opposizione democratica, nell’assegnazione dei seggi con sistema proporzionale, non hanno superato la soglia del 5% per entrare alla Duma, ne’ quella del 3% per ottenere finanziamenti pubblici. Parnas, dell’ex premier Mikhail Kasyanov, e’ allo 0,70%, mentre Yabloko e’ all’1,86%. Secondo il conteggio nei collegi uninominali, assegnati con maggioritario, potrebbero fare il loro ingresso nella nuova Duma due partiti: Rodina (Patria) e Piattaforma civica, ognuno con un seggio. L’affluenza, con le schede scrutinate al 90%, e’ stata del 47,84%. I dati definitivi ufficiali sono attesi oggi alle 10 di Mosca, le 9 in Italia. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.