TwitterFacebookGoogle+

QATAR E MADE IN ITALY

Pochi dati.

Una trentina di aziende italiane esportano marmi in Qatar.
Nell’impianto di rigassificazione di Rovigo il Qatar ha una quota azionaria non indifferente.
Esportiamo verso il Qatar prodotti nazionali tecnologici e meccanici per circa un miliardo l’anno.
La Impregilo è impegnata nella costruzione della metropolitana della capitale Doha.

E’ stata istituita persino una Camera di Commercio italiana in Qatar.
Il Qatar è anche il maggiore finanziatore dei miliziani dell’ISIL (Islamic State of Iraq and the Levant) .
Nel 2015 si terranno in Qatar i campionati mondiali di pallamano maschile e nel 2022 i mondiali di calcio.
L’Emiro del Qatar è troppo ricco e irritarlo significherebbe incrinare la sua propensione per il Made in Italy.
Dunque è da escludere che i mondiali possano essere boicottati.
Meglio lasciare che siano i curdi ad arginare l’avanzata del califfato islamico.
Sono decenni che facciamo finta di combattere la mafia attraverso l’associazionismo locale nel mentre lasciamo che la mafia si radichi nelle nostre istituzioni, e questo dualismo ci è riuscito talmente bene che ora è stato mutuato anche in politica estera.
Così da un lato consentiamo che siano le milizie locali curde a combattere l’ISIL e nel mentre lasciamo che i finanziatori qatarioti dell’ISIL si radichino nella nostra economia e nella nostra finanza.
E non rinunceremo di certo allo spettacolo dei campionati di calcio dalle fantastiche tribune qatariote.
Questa ipocrisia è davvero il Made in Italy più autentico.
 
Carla Corsetti
Segretario Nazionale di Democrazia Atea

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.