TwitterFacebookGoogle+

Quattro attentati a Baghdad in 12 ore, 7 morti

Baghdad – Due persone sono rimaste uccise e cinque ferite nel quarto attentato avvenuto a Baghdad nel giro di 12 ore. Secondo quanto riferito ad “Agenzia Nova” da una fonte del ministero dell’Interno iracheno, una bomba posta sul ciglio della strada è esplosa nel distretto di Rashidiya su una via commerciale. La polizia ha transennato l’area e rafforzato le misure di sicurezza nell’area nel timore di nuove esplosioni. Questa mattina altre due persone erano morte e sette ferite nel distretto di Abu Ghraib, ad ovest di Baghdad. La scorsa notte invece due civili sono stati uccisi e nove sono feriti per una bomba esplosa vicino a un caffè in un distretto a sud di Baghdad, mentre un’altra persona è morta e sei sono rimaste ferite in un’esplosione su una strada nel distretto di Alascan.

Un totale di 867 iracheni sono stati uccisi e altri 1.459 sono rimasti feriti per atti di terrorismo, violenze e conflitti armati nel mese di maggio 2016 secondo la missione di assistenza delle Nazioni Unite in Iraq (Unami). Il numero delle vittime è aumentato rispetto ad aprile, quando sono state uccise 741 persone e 1.374 sono rimaste ferite. Il numero di civili uccisi a maggio è stato pari a 468, mentre i feriti sono ammontati a 1.041. Nello stesso periodo, inoltre, un totale di 399 membri delle forze di sicurezza irachene sono rimasti uccisi e 418 sono stati feriti. “I dati di maggio rischiano di aumentare perché non includono le perdite nel governatorato occidentale di al Anbar, teatro di pesanti combattimenti nei giorni scorsi e dove il conflitto in corso ha reso estremamente difficile ogni tipo di verifica”, riferisce la missione Onu.

L’area di Baghdad è stata la piu’ colpita con 267 morti e 740 feriti. Seguono i governatorati di Ninive (56 morti),Diyala (29 morti e 93 feriti),Muthanna (41 morti e 75 feriti),Salah al Din (35 morti e 55 feriti) e Kirkuk (7 morti e 62 feriti). Secondo le stime dell’Onu, un totale 4.246 persone hanno perso la vita in Iraq dall’inizio dell’anno, mentre i feriti sono almeno 8.114. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.