TwitterFacebookGoogle+

Ragazzina di 13 anni abusata per mesi dal maestro di ripetizioni

L’uomo era un saggio della comunità iraniana seguace della fede Bahà’ì: concluse le indagini della squadra mobile, il 18 aprile ci sarà l’udienza preliminare

Pubblicato il 14/04/2017 –
simona Lorenzetti –
torino –

Doveva rimanere un segreto, per il bene della bambina, della sua famiglia e della comunità seguace della fede Bahà’ì, una religione abramitica monoteista nata in Iran durante la metà del XIX secolo. Per questo motivo è stato fatto di tutto perché non venisse fuori questa brutta storia di abusi sessuali. Martedì la vicenda approda in un’aula di tribunale, ma ci sono voluti mesi d’indagine per riuscire a ricostruire quanto era accaduto. La vittima è una ragazzina di tredici anni costretta a subire le attenzioni morbose di un uomo di 50. Un «saggio» della comunità Bahà’i, iraniano, che si era offerto di darle ripetizioni perché i suoi voti a scuola erano pessimi.

I genitori, una coppia sudamericana, si fidavano di quell’uomo considerato uno dei pilastri della comunità. Così per diversi mesi a cavallo tra il 2015 e il 2016 hanno portato la figlia nella sede della comunità in via Rondissone perché prendesse lezioni private. Fino a quando, un giorno, la tredicenne non si è ribellata a quelle attenzioni ed è corsa da alcuni vicini di casa, anche loro aderenti alla stessa religione, per chiedere aiuto. Ed è stato a quel punto che si è innescato tutto il meccanismo che oggi è raccontato dalle carte di un’inchiesta che vede il «saggio» accusato di violenza sessuale, il responsabile della sede torinese del gruppo imputato di favoreggiamento e una psicologa di omessa denuncia.

http://www.lastampa.it/2017/04/14/cronaca/ragazzina-di-anni-abusata-per-mesi-dal-maestro-di-ripetizioni-s2E4fYrNN0rWeXXVxG4nwN/pagina.html

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.