TwitterFacebookGoogle+

Ramzan Kadyrov si riconferma una grande star di Instagram

Il presidente della Cecenia, Ramzan Kadyrov, è un personaggio assai colorito e dai molteplici interessi. Nelle occasioni pubbliche, si cimenta spesso in passi di danza. Come il suo mentore Vladimir Putin, ama gli animali: possiede un lupo, una tigre e un gatto bianco chiamato Chanel come il persiano di Ernst Stavro Blofeld, l’arcinemico di James Bond.

E, oltre a passioni più prosaiche come le armi (ha una pistola d’oro, come un altro cattivo di 007) e le macchine da corsa, è uno sportivo. Non inganni il suo aspetto pingue. Kadyrov gioca a calcio e milita nella squadra composta da leader politici russi, che due anni fa sfidò una nazionale di vecchie glorie del calcio italiano. Pratica arti marziali miste e ha spinto sullo stesso cammino i suoi figli di sei e dodici anni, per farli cimentare nei tornei tra bambini, gettati in gabbia senza protezioni, che tanto scandalo suscitano all’estero.

E, come ovvio, per tenersi in forma fa sollevamento pesi. Proprio dalla sua palestra personale ha risposto agli Usa, che lo hanno sanzionato per “violazioni dei diritti umani”, accusandolo di perseguitare gli omosessuali. E lo ha fatto tramite Instagram, il suo social network preferito, dove è un’autentica star con oltre tre milioni di follower.

 

Un post condiviso da Ramzan Kadyrov (@kadyrov_95) in data:

Se il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, ha parlato di sanzioni “illegali e non amichevoli” alle quali seguiranno contromisure analoghe, Kadyrov non fa una piega. Vestito con una bella tuta da ginnastica militare che farà la gioia dei seguaci di pagine Facebook come Squatting slavs in tracksuits, il leader quarantunenne si appresta a sollevare un bilanciere caricato allo spasimo quando viene interrotto da un suo sgherro che gli fa: “Ti hanno inflitto nuove sanzioni” e gli passa il telefono per fargli leggere la notizia. “Contro di me?”, sogghigna Kadyrov prendendo in mano il dispositivo. “Già, gli Usa”. “Poveri americani”, osserva il presidente ceceno, meditando su come quel grande Paese si senta disturbato dalla “piccola ma fiera repubblica cecena”. “Mi sento – beh, non mi sento, lo sono già – un grande uomo”, aggiunge, “tante grazie all’America”. E la prospettiva di non poter mettere piede negli Stati Uniti non lo scompone in quanto, dice, “non ci metterei piede nemmeno se mi promettessero tutte le loro riserve in valuta estera” (dollari non ne vuole).

Al termine del video, una domanda rimane: Kadyrov è davvero in grado di sollevare un peso simile? In un video caricato poco prima lo si vede sì fare sollevamento pesi, ma con un carico da principianti. 

 

Un post condiviso da Ramzan Kadyrov (@kadyrov_95) in data:

 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.