TwitterFacebookGoogle+

Rapine e botte ai gay in zona di incontri, 3 arresti in Sicilia

Di notte rapinavano, insultavano e picchiavano gay in cerca di un partner occasionale: tre persone sono finite in manette a Vittoria, nel Ragusano, per rapine, estorsioni, lesioni gravi e violenza privata. L’operazione chiamata ‘Zona’ dal nome dell’area industriale della città in cui sono avvenute le aggressioni, ha visto impegnati 30 poliziotti.

In manette sono finiti Christian Gerratana, 24 anni, di Vittoria e Gaetano Velardita, 23 anni, ed Emanuele Marino, 18 anni, entrambi di Comiso. La prima rapina risale a giugno, quando i tre hanno aggredito, ferito e rapinato un uomo: uno dei rapinatori si è avvicinato alla vittima, convincendolo a spostarsi in un angolo piu’ appartato e una volta lì sono sopraggiunti due complici che hanno portato via tutto alla vittima e l’hanno costretto a recarsi a un bancomat ad Acate per prelevare altro denaro, insultandolo con frasi omofobe.

Dopo appena tre giorni da questa cruenta rapina, gli indagati ne consumavano un’altra sempre nella zona industriale e sempre a persone che cercavano partner occasionali. Preso il guinzaglio del cane di una vittima, trovato in macchina, l’hanno colpita ripetutamente, ripetendo sempre gli stessi insulti omofobi. Altre persone sono state aggredite e ferite oltre che derubate di ogni oggetto di valore. L’analisi delle immagini di impianti di videosorveglianza ha agevolato l’indagine della polizia che in poco tempo, grazie anche alla collaborazione delle vittime, ha individuato i tre. Questa notte 30 uomini della Polizia di Stato si sono presentati presso le abitazioni degli indagati e li hanno condotti nel carcere di Ragusa. 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.