TwitterFacebookGoogle+

Regno Unito, la Chiesa d’Inghilterra consacra la prima donna vescovo

Libby LaneLibby Lane.

La cerimonia nella cattedrale di York: Libby Lane, 48 anni, originaria del Derbyshire, sposata con un altro pastore, ha due figli. La protesta di un dissidente: «Non nel mio nome».
redazione –
roma –

Giornata storica per la chiesa d’Inghilterra che oggi, nel corso di una cerimonia nella cattedrale di York, ha consacrato la prima donna vescovo. Si tratta del reverendo Libby Lane, 48 anni, la cui nomina era stata annunciata il mese scorso, ordinata vescovo di Stockport, nella zona di Manchester.

La funzione religiosa, riferisce la Bbc, è stata celebrata dall’arcivescovo di York John Sentamu che su Twitter si è detto «entusiata». Presenti  i vertici della chiesa inglese e circa mille persone.

«Sarà un momento molto emozionante», aveva precedentemente dichiarato alla Bbc Radio Manchester, il reverendo Lane, spiegando che «quello che sta accadendo è una cosa straordinaria per me e per il mio futuro ministero, molte persone mi hanno aiutato, ma in realtà si tratta di un momento storico per la Chiesa».

Il 17 novembre scorso il Sinodo generale ha ufficialmente introdotto la lunga e travagliata riforma che permette anche nella chiesa d’Inghilterra, come nelle altre chiese anglicane, la nomina di donne vescovo. Una mossa che pone fine a una tradizione secolare dei vescovi esclusivamente maschili e che ha continuato a causare divisioni tra alcuni anglicani.

Originaria di Glossop nella contea inglese del Derbyshire, il vescovo Lane ha studiato all’università di Oxford prima di entrare nel seminario di Cranmer Hall a Durham ed è sposata con un altro prete. I due sono stati la prima coppia di marito e moglie ad essere ordinati  insieme nel 1994. Dal 2007 è pastore nelle chiese di St. Peter, a Hale, St Elizabeth’s Ashley, a Greater Manchester.

A York, durante la cerimonia per la consacrazione, si è registrato anche qualche momento di tensione. Quando l’arcivescovo John Sentamu ha chiesto ai membri della congregazione di ordinare il reverendo Libby Lane si è levato dopo i `sì´ un solo distinto `no´. «Non nel mio nome», ha aggiunto il reverendo Paul Williamson, già noto per le sue posizioni in materia. Sentamu ha quindi ripetuto la formula rituale e la cerimonia ha poi ripreso senza problemi.

http://vaticaninsider.lastampa.it/nel-mondo/dettaglio-articolo/articolo/regno-unito-united-kingdom-reino-unido-38780/

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.