TwitterFacebookGoogle+

Renzi: Italia e' ripartita, in Def crescita piu' alta delle attese

(AGI) – Roma, 18 set. – “Oggi molti indicatori dicono che l’Italia e’ ripartita e il Def non puo’ che fotografare lo stato dell’arte, quindi una crescita piu’ alta rispetto alle aspettative, che e’ peraltro confermata da tutti elementi posititivi che state vedendo in queste ore”. Lo ha detto il premier, Matteo Renzi, in conferenza stampa al termine del consiglio dei ministri che ha varato la Nota di aggiornamento al Def. La nota di aggiornamento al Def fissa il rapporto deficit/Pil programmatico al 2,2% per il 2016, mentre per il 2015 e’ stato confermato l’obiettivo del 2,6%. L’indebitamento dunque calera’ tra il 2015 e il 2016. Il tendenziale per il 2016 resta all’1,4%, il che consentira’ al Governo di utilizzare un margine di flessibilita’ dello 0,8%. Lo spazio di felssibilita’ per le riforme e’ dello 0,5% “e lo utilizzeremo interamente” e poi c’e un altro 0,5% sugli investimenti che “non utilizzeremo tutto ma solo lo 0,3% e cio’ deriva dal rispetto delle regole e dal lavoro che abbiamo fatto”. Il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padona ha affermato che “Il Paese cresce di piu’ rispetto a quanto pensavano fino a poco tempo fa”. Il Pil salira’ del +0,9% nel 2015 e del +1,6% nel 2016. .

Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.