TwitterFacebookGoogle+

Renzi, Pd e' il partito che dice si' Continueremo a salvare migranti

(AGI) – Milano, 6 set. – “In un’Italia dominata da chi dice ‘no’ orgoglioso che il Pd dica si'”. Matteo Renzi, nell’intervento che chiude la Festa Nazionale del Pd a Milano, sottolinea il ruolo del partito di governo. “Dobbiamo renderci conto che il Pd ha un compito alto davanti e che non si puo’ andare avanti con scontro di correnti”. Parlando poi dell’emergenza migranti, il premier ha ribadito che “non si tratta di buonismo, ma di trovare soluzione ai problemi. Non rinunceremo mai a salvare una vita umana” per qualche voto in piu’. Poi ha aggiunto: “C’e’ un livello di umanita’ sotto il quale non bisognerebbe scendere”. Davanti alle dichiarazioni di chi dice, davanti alle immagini del corpo del bimbo siriano “che e’ un problema di questo governo, non c’e’ una destra contro una sinistra ma bestie contro umani”.

Quindi una bordata a Grillo: “Se si dice che il modello e’ l’Ungheria di Orban, noi rispondiamo che siamo orgogliosi di essere una cosa diversa”. Il premier fa anche un’autocritica: “Se vogliamo affrontare il problema delle migrazioni bisognera’ dire che in Libia e in Siria qualche errore e’ stato commesso”, spiega. “La politica estera e’ una cosa troppo seria”. Capitolo riforme. “Sulla riforma Costituzionale non accetteremo veti”, dice il presidente del consiglio e segretario nazionale del Pd a Milano. “Si discute, ma se qualcuno pensa di usare la riforma costituzionale per bloccare tutto si sbaglia”. Poi aggiunge: con la legge elettorale “non ci sono paracadutati. Si va sul territorio e si guardano in faccia elettori”. .

Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.