TwitterFacebookGoogle+

Renzi visita i laboratori sotto il Gran Sasso

L’Aquila – Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, ha visitato i laboratori sotterranei del Gran Sasso ad Assergi, vicino all’Aquila. La visita e’ durata poco piu’ di mezz’ora e non e’ stata accessibile alla stampa. Ad accompagnare il premier c’erano, tra gli altri, il ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini, il presidente delle Regione Abruzzo, Luciano D’Alfonso, il presidente del consiglio regionale, Giuseppe Di Pangrazio. Il premier ha poi 
incontrato i ricercatori presso la sala Fermi dei laboratori nazionali del Gran Sasso prima di trasferirsi all’azienda Walter Tosto di Chieti, leader nella produzione di serbatoi industriali. E’ la seconda volta che Renzi torna a L’Aquila da quando e’ presidente del Consiglio: l’ultima risaliva al 25 agosto scorso. I Laboratori Nazionali del Gran Sasso (LNGS), uno dei quattro centri dell’Istituto nazionale di fisica nucleare (Infn), sono i più grandi laboratori sotterranei del mondo in cui si realizzano esperimenti di fisica delle particelle, astrofisica delle particelle e astrofisica nucleare. Sono utilizzati come struttura a livello mondiale da scienziati provenienti da 22 Paesi. Le strutture sotterranee consistono di tre grandi sale sperimentali, ognuna delle quali misura un centianio di metri di lunghezza e 20 di larghezza e18 di altezza, con tunnel di servizio, per un volume totale di circa 180.000 metri cubi.(AGI)

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.