TwitterFacebookGoogle+

Renzo Piano, cantiere per ricostruzione impegnerà due generazioni

Roma – “Da me Renzi voleva dei consigli, una visione, un aiuto per un grande progetto. Gli ho detto: ci vuole un cantiere che impegni due generazioni”. Lo afferma l’architetto e senatore a vita, Renzo Piano, in una intervista a Repubblica. “Per i sopravvissuti che hanno perso le case – sottolinea Piano – bisogna operare con cantieri leggeri, che non allontanino le persone dai luoghi dove abitavano. Edifici leggeri, vicinissimi, che si potranno smontare e riciclare in seguito”. Secondo Piano “ovviamente si deve agire subito, con massima urgenza, per mettere a norma antisismica gli edifici pubblici. Ma la stragrande maggioranza sono privati e qui si sa come intervenire: incentivi, sgravi fiscali come già fatto nel campo energetico. Tutti i soldi spesi sono investimenti che generano ricchezza: oltre a salvare le vite umane danno lavoro a tante imprese”. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.