TwitterFacebookGoogle+

Ricordate la scritta 'Dux' su Monte Giano a Rieti? Non c'è più, bruciata

L’estate più rovente (per temperature e incendi) degli ultimi anni sarà ricordata anche per la cancellazione – per cause naturali (leggi: rogo boschivo) – del celebre omaggio a Mussolini  da parte degli allievi della Scuola Guardie Forestali di Cittaducale che faceva bella mostra di sé dal 1939. A causa di un vasto incendio che si è sviluppato fin dalle prime ore del mattino di giovedì 24 agosto sulla parete ovest del Monte Giano, che sovrasta il paese di Antrodoco, in provincia di Rieti, la storica scritta ‘Dux’, un’opera imponente, estesa su una superficie di 8 ettari e realizzata grazie alla piantumazione di circa 20mila pini, non si legge più. Inutile il tentativo di salvataggio operato da uomini e mezzi aerei, impegnati per ore nelle operazioni di spegnimento del rogo.

La scritta ‘Dux’ sul monte Giano, che nei giorni di cielo nitido era visibile fino a Roma ed era stata dichiarata patrimonio artistico e monumento naturale, è andata quasi completamente distrutta. La notizia viene commentata da moltin utenti dei social e c’è chi non perde l’occasione per commentare: “della parola ‘dux’ è rimasta solo “‘d’ di democrazia”.

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.