TwitterFacebookGoogle+

RIDONO

Obama e il PapaLe elezioni di medio termine sono vicine e la destra americana è in vantaggio nei sondaggi.

Già, i sondaggi.
Non le idee, non le ideologie, non la consapevole appartenenza ad una Nazione e l’aspirazione verso un modello di società ideale, niente di tutto questo.

Il sondaggio è la modalità istituzionalizzata per tastare il voto di pancia, l’unico in grado di disegnare con vigore gli orizzonti politici del nulla.
Tre americani su quattro, oltre a credere che l’uomo sia stato creato da dio con il fango, sono affascinati da Bergoglio.

L’incontro tra Obama e Bergoglio si fisserà nella mente degli americani e l’intenzione di Obama

è quella di usare la legittimazione religiosa per stimolare negli elettori una simpatia che, con proprietà transitiva, si materializzi al momento del voto.

E’ il meccanismo più antico del mondo, quasi più antico della prostituzione, entrambi ineliminabili.

Di certo la tecnologia, nemmeno quella più futuristica, è stata in grado di modificare le strutture sociali arcaiche che affondano le radici nel binomio Potere/Sacro.

I Diritti Umani, in questo connubio, non sono contemplati.

Il protocollo diplomatico suggerisce persino di evitare che se ne parli, per non urtare la suscettibilità del Monarca che li nega.

Ma conviene anche ad Obama che pur riconoscendoli non riesce a tutelarli.

Gioioso e vivace nei convenevoli diplomatici, Obama esorta a non ridurre le spese militari mentre chiede preghiere e benedizioni, puntualmente elargite da Bergoglio che parla di povertà dal pulpito della proprietà di due banche offshore, lo Ior e l’Obolo di San Pietro.

Entrambi si compiacciono e scelleratamente ridono.

Carla Corsetti

Segretario nazionale di Democrazia Atea

 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.