TwitterFacebookGoogle+

Rientra l'allarme terrorismo. Il Rock am Ring riprende

Il Rock am Ring, dal 1985 la più popolare e prestigiosa rassegna rock che si tiene in Germania, presso il circuito automobilistico del Nürburgring vicino a Coblenza, è stato interrotto venerdì sera a causa di una non precisata “minaccia terroristica”. Questa mattina gli organizzatori hanno fatto sapere che la riapertura dei cancelli è prevista per le 13,30 dopo che la polizia ha passato al setaccio l’area senza trovare nulla e ha fatto rientrare l’allarme.

Cosa è il Rock am Ring

Il Rock am Ring è un festival di musica rock e metal che si tiene ogni anno dal 1985 in Germania sul tracciato automobilistico del Nürburgring vicino alla cittadina di Adenau nell’Eifel. Il primo Rock am Ring fu organizzato nel 1985 per celebrare la nuova versione del tracciato ma, in seguito al suo incredibile successo (75,000 paganti), fu deciso di trasformarlo in un appuntamento annuale.

Il festival, salvo tra il 1989 al 1990, si è sempre tenuto e ha sempre radunato un’immensa folla e alcuni dei migliori artisti del rock. Dal 1995 si svolge, in contemporanea al Rock am Ring, il Rock im Park: un festival gemello con gli stessi gruppi e artisti che si esibiscono al Rock am Ring nello Zeppelinfeld di Norimberga. Tra gli artisti sul palco di questa edizione l’ex Oasis Noel Gallagher, i Basille, i Rammstein e i Sistem of a Down

Cosa è successo venerdì sera

Clicca sulla gallery per scorrere le immagini fullscreen con le didascalie
 

Intorno alle 21,30, proprio mentre si attendeva che sul palco salisse Noel Gallagher, gli altoparlanti hanno diffuso questo messaggio, replicato anche sulla pagina Facebook dell’evento: “La polizia chi ha detto di interrompere il festival a causa di una minaccia terroristica. Chiediamo a tutti i partecipanti di allontanarsi dall’area e di dirigersi verso l’uscita e il campeggio in modo calmo e controllato”.

I 90mila spettatori del Festival, riporta l’edizione online della Bild, hanno lasciato l’area con calma, cantando. Secondo il giornale, gli inquirenti temevano che due uomini, fermati e interrogati, avesero depositato qualcosa di sospetto nell’area dello show.

Paghiamo il prezzo delle omissioni degli inquirenti sul caso Amri” ha detto all’emittente tedesca Ntv Marek Lieberberg, l’organizzatore del festival Rock am Ring, polemizzando sulla decisione degli organi di sicurezza di disdire l’evento musicale per un allarme terrorismo. Lieberberg ha affermato di “non aver davvero capito” le ragioni dello sgombero, dal momento che non è stato provata finora alcuna minaccia concreta.

Per approfondire

 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.