TwitterFacebookGoogle+

Riforme: discussione generale al Senato. Pressing della sinistra Dem

(AGI) – Roma, 18 set. – Al via, nell’Aula del Senato, la seconda giornata di discussione generale sulle Riforme. La minoranza del Partito democratico insiste sulla modifica dell’articolo 2 e l’elettivita’ del nuovo Senato. “Renzi puo’ assumere questo principio e molto facilmente unire il Pd ed accelerare su questa riforma di cui l’Italia ha bisogno”, dice Roberto Speranza in un’intervista a Rainews24. L’ex capogruppo aggiunge: “Con una Camera composta prevalentamente da nominati, stiamo chiedendo che almeno i 100 senatori vengano eletti direttamente dai cittadini. A questa domanda – sottolinea Speranza – non e’ stata ancora data risposta e non capisce quale sia il problema per cui questi 100 debbano essere scelti nel chiuso di una stanza e non dal voto popolare”. “Attendiamo le scelte di Grasso, ma nessuno deve tirare per la giacca il presidente del Senato, che puo’ decidere serenamente nella sua autonomia”, aggiunge Speranza entrando nel confronto tra il presidente del Consiglio e quello del Senato. “Resto convinto – aggiunge Speranza – che con un accordo nel Pd si puo’ tranquillamente aprire l’articolo 2, accettare il principio del senato elettivo e accelerare l’approvazione delle riforme”. La senatrice Anna Finocchiaro, presidente della commissione Affari costituzionali di Palazzo Madama, chiarisce invece alcuni articoli ddi stampa: “In un articolo comparso oggi sulle pagine di Repubblica mi vengono attribuite frasi, riguardo a miei presunti e ripetuti colloqui telefonici con Massimo D’Alema, che non ho mai pronunciato. Lui stesso, tra l’altro, puo’ testimoniare che non ci sentiamo da mesi”, aggiunge. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.