TwitterFacebookGoogle+

Rimini: anziana lascia tutto alla Chiesa, la sorella porta in tribunale il parroco

Rimini – 15 Settembre 2015

Dona i propri beni alla diocesi di Rimini dopo la sua morte, ma la sorella non ci sta e porta in tribunale il parroco: si trova così a doversi difendere dall’accusa di circonvenzione di incapace un sacerdote riminese.
La defunta in questione, ai tempi centenaria, secondo quanto riporta la stampa locale, spesso riceveva le visite del religioso per la comunione e, secondo le testimonianze raccolte, tra le quali anche quella della badante, la donna aveva più volte espresso la volontà di donare i suoi averi alla diocesi. La sorella dell’anziana però ha maturato il sospetto che, in una di quelle occasioni, sia stato fatto firmare un testamento olografo in cui si definiva il lascito di tre appartamenti e alcuni terreni alla Chiesa, diversamente da quanto stabilito su un vecchio documento del 1983 e confermato nel 1998, in cui la beneficiaria risultava essere proprio la congiunta. La difesa argomenta le ragioni del religioso attraverso la testimonianza di uno psichiatra che, all’atto della firma, era stato contattato per valutare le condizioni di lucidità dell’anziana. Documentazione questa smentita dall’accusa, secondo cui, impugnando i pareri del medico di base e dell’Ausl, alla donna erano state diagnosticate numerose patologie, tra cui la demenza senile, quindi non poteva essere capace di intendere e di volere. Saranno gli esperti a valutare la vicenda, intanto l’udienza è aggiornata all’11 aprile.

http://www.altarimini.it/News81402-rimini-anziana-lascia-tutto-alla-chiesa-la-sorella-porta-in-tribunale-il-parroco.php

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.