TwitterFacebookGoogle+

Risolto il mistero dei sassi ambulanti della Valle della Morte

Risolto il mistero dei sassi ambulanti della Valle della MorteRedazione– Si era pensato a strani fenomeni di di magnetismo e gravità capovolta; particolari urgani; qualcuno parlava addirittura di alieni. Eppure, a spiegare le “passeggiate” dei sassi della Valle della Morte era semplicemente il ghiaccio. 

Si parla di quegli enormi massi, di circa 300 kg di peso, che si muovono nel lago asciutto della Death Valley, il Racetrack Playa, lasciando sul suolo lunge scie, traiettorie dei loro viaggi, che ogni anno richiamano migliaia di turisti, affascinati dalla (finora) inspiegabilità del fenomeno. Poi, è bastato un Gps e un filmato in time laps per sciogliere il mistero.

Merito del paleoceanografo della Scripps Institution di San Diego Richard Norris che, attraverso “l’esperimento più noioso della mia vita”  ha offerto una risposta  a tutti gli altri scienziati, che per mezzo secolo si sono interrogati al riguardo>Grazie alle sue riprese, compiute il 20 dicembre del 2013, Norris è stato dunque in grado di catturare le immagini dello spostamento (di 224 metri) di un masso, scoprendo così che, nelle notti di inverno, la superficie del lago asciutto viene ricoperta da un sottile strato di ghiaccio, spesso dai 3 ai 6 millimetri.  Quando poi, nella tarda mattinata, il ghiaccio si scioglie e si frantuma in placche, queste, spinte dal vento, spostano i sassi.
E’ dunque, in conclusione, il ciclo invernale di gelo e disgelo ciò che fa muovere i sassi di Racetrack Playa.

 

-31 agosto 2014-

Original Article >>

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.