TwitterFacebookGoogle+

Rissa Milano: pm esclude tentato omicidio, contesta lesioni gravi

Milano – La Procura di Milano contesta ai giovani filippini coinvolti nella rissa di sabato sera i reati di rissa aggravata e lesioni gravi, escludendo invece, com’era emerso dopo l’arresto, l’ipotesi di tentato omicidio per uno di loro. Il pm di turno Ilaria Perinu ha chiesto la convalida dell’arresto e la misura cautelare per i 5 filippini tra i 18 e i 21 anni protagonisti della lite sfociata nel ferimento di due ragazzi.

Guarda il video della rissa – Esclusiva Agi

L’ipotesi di tentato omicidio è stata esclusa anche in relazione al ferimento più grave, quello ai danni di un 18enne colpito da una coltellata, ricoverato ma non in pericolo di vita. Ora spetterà al gip di Milano fissare l’udienza per gli interrogatori per poi decidere sulla convalida dell’arresto e sull’eventuale emissione di un’ordinanza cautelare.

Sindaco di Milano chiede l’esercito in strada

Il giudice dovrà valutare anche la qualificazione giuridica dei fatti e l’ipotesi di lesioni gravi scelta dal pm al posto di quella di tentato omicidio inizialmente contestata nel provvedimento di arresto. Per la rissa altri cinque minorenni sono indagati dalla Procura minorile. 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.