TwitterFacebookGoogle+

Ritrovati in mare i resti del volo Airasia. Iniziato recupero salme

(AGI) – Roma, 30 dic. – Sono stati recuperati i primi cadaveri dei passeggeri dell’aereo della AirAsia, precipitato al largo dell’isola indonesiana di Giava. I corpi sono stati trovati in un tratto di mare, a sudovest dell’isola di Borneo, non lontano dall’ultima posizione rilevata dai radar prima della scomparsa dell’aereo. In un primo momento, un portavoce della Marina indonesiana aveva parlato di 40 cadaveri recuperati, ma il responsabile dell’Agenzia nazionale di ricerca e soccorso, Bambang Soelistyo, ha puntualizzato che per il momento sono stati ritrovati solo tre corpi, di due donne e un uomo, portati sulla nave da guerra Bung Tomo. Sul fondale, 160 chilometri a sudovest di Pangkalan Bun, e’ stata avvistata “un’ombra” compatibile con i rottami dell’Airbus e sono stati individuati alcuni resti dell’aereo. Il presidente dell’Indonesia, Joko Widodo, si e’ recato a Surabaya per incontrare i familiari delle vittime che sconvolti hanno assistito in diretta al recupero dei primi corpi. “Abbiamo localizzato il sito dell’incidente, oggi cominceremo un’ampia operazione” per il recupero delle vittime e del relitto, ha sottolineato Widodo. Sull’Airbus A320-200, scomparso domenica mentre era in volo dalla citta’ indonesiana di Surabaya a Singapore, viaggiavano 162 persone, di cui 7 membri dell’equipaggio e 155 passeggeri, tra i quali 16 bambini e un neonato. “Il mio cuore e’ colmo di tristezza per le famiglie coinvolte” nel disastro aereo, “per conto dell’AirAsia le mie condoglianze a tutti. Le parole non possono esprimere il dolore che provo”, ha scritto su Twitter l’amministratore delegato di AirAsia, Tony Fernandes. Alle ricerche hanno partecipato aerei e navi di Australia, Singapore e Malaysia. Poco prima di scomparire dai radar, il pilota aveva chiesto un cambio di rotta a causa delle cattive condizioni meteorologiche. L’Airbus era decollato dall’aeroporto internazionale Juanda di Surabaya nella parte orientale dell’isola indonesiana di Giava alle 05:20 di domenica e doveva atterrare a Singapore alle 08:30. (AGI) .

Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.