TwitterFacebookGoogle+

roma capitale furti auto napoli

Furti di autoveicoli in calo (-8,84%), rinvenimenti in aumento (+55,91%), Roma ‘capitale’ dei topi d’auto, Fiat Panda obiettivo preferito. Conferme e sorprese nella nuova mappa italiana del fenomeno elaborata da Agi su dati forniti dalla Polizia di Stato.

Quattro e due ruote, nonostante l’aiuto sempre più concreto garantito dalle tecnologie, continuano ad essere tra i bersagli preferiti dai ladri (nella prima meà di quest’anno ogni giorno sono ‘sparite’ in media 278 auto, più di 11 l’ora, e 112 moto, tra 4 e 5 ogni sessanta minuti). Ma i furti di autoveicoli complessivamente continuano a diminuire: dall’1 gennaio al 30 giugno di quest’anno sono state rubate 50.634 auto, l’8,54% in meno dello stesso periodo dell’anno scorso, 20.292 moto (-8,48%) e 1.158 mezzi pesanti (-24,85%).

Il trend conferma e consolida quello dell’intero 2016, quando i furti complessivamente erano stati 155.494, il 6,58% in meno rispetto al 2015: nel dettaglio, 108.090 auto (-5,28%), 45.351 moto (-9,38%) e 2.053 mezzi pesanti (-9,76%). In crescita anche il numero dei rinvenimenti da parte delle forze dell’ordine, che l’anno scorso avevano fatto segnare un meno 7,67% rispetto all’anno precedente: nel primo semestre del 2017, sono stati ritrovati 49.184 tra auto (+51,99%), moto (+47,48%) e mezzi pesanti (+277,12%).

Nel dettaglio della ripartizione geografica, si registra il sorpasso di Roma e provincia su Napoli: gli 8.642 autoveicoli rubati nel primo semestre 2017 nel territorio della capitale rappresentano il 17,07% del totale nazionale. A seguire: 

  • Napoli con 6.903 furti (il 13,63% del totale nazionale)
  • Milano con 3.928 (7,76%)
  • Bari con 3.222 (6,36%)
  • Catania con 2.800 (5,53%)
  • Torino con 2.303 (4,55%)
  • Palermo con 2.073 (4,09%)
  • Caserta con 1.601 (3,16%)
  • Foggia con 1.391 (2,75%)
  • Barletta-Andria-Trani con 1.095 (2,16%).

A Napoli è calo record

I furti calano in tutte le province della top ten, esclusa Roma dove c’è un incremento del 4,9% rispetto allo stesso periodo del 2016 (a Napoli il calo record: -20,3%). A livello regionale, ai primi dieci posti figurano:

  • Campania (20,56% del totale nazionale dei furti)
  • Lazio (18,70%)
  • Puglia (15,46%)
  • Sicilia (12,58%)
  • Lombardia (12,32%)
  • Piemonte (6,19%)
  • Emilia Romagna (2,59%)
  • Calabria (2,51%)
  • Toscana (1,63%)
  • Veneto (1,49%)

Rispetto al 2016, ‘guadagnano’ una posizione Sicilia ed Emilia Romagna, rispetto a Lombardia e Calabria.

La Panda è l’auto più rubata

Quanto, invece, ai modelli di auto più presi di mira, ogni dieci rubati nella prima metà di quest’anno uno è una Fiat Panda (il 10,6% del totale nazionale di categoria). Seguono, come nel 2016: 

  • Fiat Punto (8,38%)
  • Fiat Cinquecento (8,14%)
  • Lancia Y (4,11%)
  • Ford Fiesta (3,71%)
  • Volkswagen Golf (3,11%)
  • Fiat Uno (2,65%)
  • Smart Fortwo (2,06%)
  • Renault Clio (1,73%)
  • Opel Corsa (1,24%).

Tra i fuoristrada, Nissan Qashqai (14,17% dei furti sul totale nazionale di categoria), Kia Sportage (9,07%) e Toyota Rav (7,7%) scalzano dal primo posto del 2016 Land Rover-Range Rover (7,53%). “Le auto, così come i beni di uso e consumo collettivo – spiegano alla Polizia stradale – possono rientrare nella categoria degli status symbol e pertanto determinati modelli e marche risultano più o meno richiesti in un certo momento storico: ecco perché non è raro imbattersi in vetture rubate, di elevata cilindrata e pregio, lungo le rotte che portano verso i Paesi Medio-Orientali (Ferrari, Porsche, Lamborghini, Pagani Zonda)”.

 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.