TwitterFacebookGoogle+

Roma: manifestazione antimafia del Pd, Marino contestato "cacceremo i mafiosi"

(AGI) – Roma, 3 set. – E’ stato pesantemente contestato ma ha raccolto anche applausi e incoraggiamenti. Il sindaco di Roma, Ignazio Marino, reduce dal viaggio negli Usa e ai Caraibi, ha diviso i tantissimi rappresentanti della societa’ civile che oggi pomeriggio hanno affollato piazza San Giovanni Bosco nell’ambito dell’Antimafia Capitale day, una fiaccolata organizzata dal Pd romano nella stessa piazza dove il 20 agosto scorso sono state celebrate le esequie in stile hollywoodiano di Vittorio Casamonica. All’arrivo di Marino, protetto da una imponente scorta, si e’ scatenato il caos: il primo cittadino e’ stato preso d’assalto da giornalisti e cineoperatori. Qualcuno e’ stato spinto ed e’ caduto a terra ma alla fine gli addetti alla sicurezza sono riusciti con grande fatica a far salire Marino in auto e a portarlo via. Poco prima, il chirurgo dem aveva detto: “Cosi’ come in passato abbiamo cacciato nazisti e fascisti dalla citta’, cacceremo anche la mafia”. Alla manifestazione era presente anche il ministro della Giustizia Andrea Orlando. “Bisogna stare dove si manifestano i fenomeni mafiosi e bisogna starci insieme, uniti, perche’ da soli non si fa niente”, ha detto il Guardasigilli, sottolineando che “non dobbiamo lasciare dei vuoti perche’ nei vuoti si celano i fenomeni che purtroppo abbiamo registrato. Dobbiamo quindi tornare a stare in mezzo alla gente e chiedere alla gente di stare in piazza. Matteo Orfini – ha continuato Orlando – ha fatto bene a promuovere questo appuntamento. Certo, con una manifestazione non risolviamo tutti i problemi ma diamo l’idea di un’inversione di tendenza. Il fatto che ci siano tante persone in questa piazza, che non sono impegnate politicamente, e’ confortante e ci dice che e’ la strada che dobbiamo continuare a seguire”. Dal canto suo, Orfini ha detto di “aver chiesto a tutte le forze della citta’ di unirsi contro la mafia per ribadire che di fronte alla criminalita’ organizzata il Paese e’ compatto”. Anche il presidente dell’Anci e sindaco di Torino, Piero Fassino, ha voluto elogiare le “tante persone che si sono riunite oggi in questa piazza, insieme con tanti amministratori comunali: loro sono qui per riaffermare il valore della legalita’ contro chi vuole inquinare la vita della comunita’ con il malaffare”. Alla fine, la manifestazione e’ andata via liscia “regolarmente e senza particolari criticita’”, ha fatto sapere la Questura. “Grazie all’efficace dislocazione delle forze dell’ordine – si legge in un comunicato – sono stati evitati tentativi di contestazione ed iniziative in forma eclatante da parte di alcune decine di persone aderenti a movimenti antagonisti”. Solo un gruppo di manifestanti, appartenenti alla Carovana delle Periferie e muniti di megafono, ha contestato gli amministratori del Campidoglio al grido di ‘mafiosi a casa, vergogna, vergogna’. .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.