TwitterFacebookGoogle+

Roma: pregiudicato ferito in un agguato, fermati i responsabili

(AGI) – Roma, 3 set. – A distanza di poche ore dal tentato omicidio avvenuto a Torrenova, un quartiere alla periferia della Capitale, gli investigatori della squadra mobile e del commissariato Romanina, insieme agli agenti del reparto volanti, hanno individuato e sottoposto a fermo di indiziato di delitto due dei presunti responsabili dell’agguato ai danni di un 25enne ferito da colpi di arma da fuoco mentre si trovava in auto. Gli accusati del tentato omicidio sono B.F.P., 41 anni, e C.C., 44 anni, entrambi originari di Palermo: con loro avrebbe agito una terza persona, attualmente ricercata.

Subito dopo l’agguato, scattato nella notte tra l’1 ed il 2 settembre in via Domenico Baccarini, gli agenti avevano individuato in una via adiacente un Suv, chiaramente abbandonato in tutta fretta con le portiere aperte e con evidenti segni di speronamento: nelle immagini registrate da alcune telecamere di videosorveglianza si vedevano chiaramente due uomini abbandonare l’auto e fuggire, mentre un terzo, con problemi di deambulazione dovuti probabilmente all’impatto con l’auto della vittima, cercava anch’egli, seppur con difficolta’, di dileguarsi. Da un controllo effettuato negli ospedali della zona, gli investigatori hanno avuto conferma che un giovane, poco dopo i fatti, era dovuto ricorrere alle cure mediche per alcune ferite alle gambe mentre, una volta risaliti all’identita’ di chi aveva noleggiato il Suv, si e’ arrivati ad un appartamento d Riano al cui nterno sono stati sorpresi B.F.P. e C.C..

Il ritrovamento di un revolver 38 special provento di furto, molto probabilmente una delle armi utilizzate nel tentato omicidio, ha permesso di chiudere il cerchio. Le ulteriori indagini effettuate hanno permesso di accertare che le motivazioni del tentato omicidio sarebbero da ricercare in ambito familiare. In particolare, i dissidi tra il giovane ferito e uno dei partecipanti all’agguato, suo zio, sarebbero da ricercare in un presunto debito non onorato da parte di quest’ultimo nei confronti del nipote, con le conseguenti richieste di danaro divenute sempre piu’ pressanti e minacciose. (AGI) .

Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.