TwitterFacebookGoogle+

Roma, tre detenuti evasi da Rebibbia

Roma – Tre detenuti, probabilmente albanesi, sono evasi nella notte dal carcere di Rebibbia a Roma. Lo rende noto Massimo Costantino, segretario generale aggiunto CISL FNS. “Il reparto in cui si trovavano – spiega – era il G9. Il personale, mentre stava effettuando i controlli di routine, ha notato una corda appesa al muro di cinta all’altezza della garitta 3 lato Tiburtina, solito posto dove evasero altri detenuti. Al momento sono in corso gli accertamenti del caso”.

Nel reparto G9 del carcere, dove erano detenuti i tre albanesi, ci sono i detenuti per reati comuni e i
cosiddetti “precauzionali”, ossia soggetti accusati di violenze sessuali o ex appartenenti alle forze dell’ordine che vanno tenuti separati dagli altri. Nella notte erano stati trasferiti a Rebibbia i detenuti del Carcere di Camerino evacuati per il terremoto e in tutto sono 39 le persone spostate nel carcere romano. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.