TwitterFacebookGoogle+

Romano Prodi voterà sì

Roma – Romano Prodi voterà sì. L’ex presidente del Consiglio non si dice entusiasta delle riforme proposte nel quesito referendario del 4 dicembre, ma per la sua “storia personale” e per la speranza che “giovi al rafforzamento della regole democratiche”, voterà a favore delle riforme varate dal governo.

Perchè votare sì

Il confronto sul referendum, scrive Prodi, “e’ diventato una rissa sulla stabilità, inutilmente messa in gioco da un’improvvida sfida. Quanto al contenuto della riforma voglio solo ricordare che la mia storia personale è stata tutta nel superamento delle vecchie decisioni che volevano sussistere nonostante i cambiamenti epocali in corso”. “La mia vicenda politica” aggiunge, “si è identificata nel tentativo di dare a questo Paese una democrazia finalmente efficiente e governante: questo è il modello maggioritario e tendenzialmente bipolare che le forze riformiste hanno con me condiviso e sostenuto”

Il lungo silenzio prima dell’annuncio 

“Profonde sono le ragioni che mi hanno fino ad ora consigliato di non rendere esplicito il mio voto sul referendum” è la premessa di Prodi “Sono ormai molti anni che non prendo posizione su temi riguardanti in modo specifico la politica italiana e, ancora meno, l’ho fatto negli ultimi tempi Questa scelta mi ha di conseguenza coerentemente tenuto lontano dal prendere posizione in un dibattito che ha, fin dall’inizio, abbandonato il tema fondamentale, ossia una modesta riforma costituzionale, per trasformarsi in una sfida pro o contro il governo”.

Le opposizioni si scatenano

 

#referendum Prodi vota Sì? Italiani ricordano suo ultimo governo e suo amore per tasse. Prodi=@matteorenzi. Un motivo in più per votare No

— Renato Brunetta (@renatobrunetta) 30 novembre 2016

 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.