TwitterFacebookGoogle+

Ruby ter, Berlusconi ricoverato a New York

Milano – Silvio Berlusconi è ricoverato al Presbiterian Columbia University Medical Center di New York per accertamenti clinici relativi alla sua patologia cardiaca postoperatoria. I suoi legali, gli avvocati Franco Coppi e Federico Cecconi, hanno allegato il certificato di ricovero all’istanza di rinvio per legittimo impedimento nell’udienza preliminare Ruby ter in cui l’ex premier e’ accusato di corruzione in atti giudiziari.

Dalla certificazione medica emerge che l’ex premier è in ospedale  a New York da venerdì e che soffre di “scompensi pressori” e “flogosi”, conseguenza quest’ultima del delicato intervento al cuore a cui è stato sottoposto l’estate scorsa. Dieci anni dopo l’installazione del pacemaker a Cleveland, in Ohio, Berlusconi è dunque tornato a curarsi negli Stati Uniti per accertamenti in seguito al delicato intervento al cuore del 14 giugno. L’ottantenne ex premier ha scelto questa volta uno dei più grandi ospedali americani, il New York-Presbyterian. Nato nel 1998 dalla fusione tra il New York e il Presbyterian hospital, il ‘Nyp’ ha circa 2.600 posti letto, 20mila dipendenti, tra cui più di 6.500 medici, che riescono a coprire due milioni di visite l’anno. All’interno del complesso, l’ex Cavaliere è stato ricoverato nel centro medico gestito in collaborazione con la Columbia University, uno dei “migliori centri medici universitari del mondo”, si legge sul sito, “riconosciuto a livello internazionale per i suoi programmi di cure cardiologiche all’avanguardia, per le terapie di intervento e l’esperienza in chirurgia cardiologica, tra cui i trapianti”. (AGI)

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.