TwitterFacebookGoogle+

Rumore e traffico, quando è troppo aumenta rischio morte

Berlino – Vivere vicino a una strada trafficata potrebbe aumentare il rischio di morire prematuramente. Uno studio della Technical University Dresden, in Germania, ha scoperto che l’esposizione costante al rumore del traffico, di una linea ferroviaria o di un aeroporto puo’ mettere sotto stress il corpo, aumentando il rischio di subire un attacco di cuore. I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista Deutsches Arzteblatt International. Studi precedenti hanno scoperto che il rumore aumenta il rischio ictus e morte prematura. Nel nuovo studio i ricercatori hanno analizzato i dati di oltre un milione di tedeschi. Sono stati presi in considerazione i luoghi in cui hanno vissuto: se vicino a una strada trafficata o a una ferrovia e cosi’ via, con lo scopo di misurare l’esposizione al rumore del traffico. Quando l’analisi e’ stata ristretta ai pazienti morti di infarto fino al 2014/2015, e’ stato riscontrato un legame statisticamente significativo tra l’esposizione al rumore e il rischio infarto. I risultati hanno quindi dimostrato un’associazione tra rumore del traffico stradale, ferroviario e aereo, e un attacco di cuore. I ricercatori hanno pero’ trovato un rischio minore di infarto legato al rumore degli aerei. Questo perche’, a differenza del traffico stradale e ferroviari, il rumore degli aerei non rimane costantemente sopra i 65 decibel. Inoltre, lo studio indica anche che l’esposizione al traffico influenza non solo il rischio di sviluppare un malattia cardiaca ma anche il corso della malattia per chi gia’ ne e’ affetto. Questo aumento del rischio, secondo i ricercatori, sarebbe dovuto all’aumento dello “stress psicologico e fisiologico” sul corpo. A causa del gran numero di persone colpite da inquinamento acustico, gli studiosi invitano a prendere misure per evitare gravi conseguenze. (AGI) .

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.