TwitterFacebookGoogle+

Russia: Polonia blocca alla frontiera Lupi della Notte

(AGI) – Mosca, 27 apr. – La Polonia ha ufficialmente negato l’ingresso sul suo territorio ai biker russi dei ‘Lupi della Notte’, che partecipano al viaggio organizzato dal gruppo ultrapatriottico per ripercorrere l’impresa dell’Armata rossa nella seconda guerra mondiale e arrivare fino a Berlino nel giorno dell’anniversario della sconfitta sovietica sui nazisti, il 9 maggio. “Al corteo di moto non e’ stato permesso di attraverso il confine con la Polonia”, ha detto a Interfax Andrei Bobrovski, a capo di uno dei gruppi di motociclisti impegnati nell’iniziativa. Sul blog ufficiale dei Lupi e’ stata confermata la notizia: “Non ci hanno ammessi ufficialmente. Ci hanno dichiarati persona non grata. Ci fanno tornare indietro”. Guidati da un personaggio molto discusso come Alexander Zaldostanov, detto ‘Il Chirurgo’, i Lupi della Notte sono appoggiati anche dal presidente Vladimir Putin che ha partecipato a diversi dei loro eventi. Il gruppo di biker e’ stato colpito dalle sanzioni americane per il sostegno all’annessione delle Crimea e il presunto aiuti ai filo-russi nell’Est dell’Ucraina. Il divieto d’ingresso in Polonia non arriva inaspettato. Varsavia aveva dichiarato che non avrebbe permesso il loro passaggio; il ministro degli Esteri polacco, Ewa Kopacz, ha parlato di “provocazione” e anche la Germania ha deciso di negare il visto a molti dei Lupi. Partiti il 25 aprile dalla Russia con l’idea di arrivare a Berlino il 9 maggio, i biker hanno in programma di passare Bielorussia, Polonia, Austria, Repubblica ceca, Slovacchia e Austria. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.