TwitterFacebookGoogle+

Sacerdoti in ospedale, per l’Ausl costano 136mila euro ogni anno

36500Una convenzione di cinque anni tra l’azienda pubblica e le diocesi di Ravenna per sette parroci che svolgono l’azione pastorale in corsia.

Non solo la cura della carne ma anche la cura dello spirito ha un costo per il servizio sanitario pubblico: l’Ausl di Ravenna corrisponde ogni anno in totale 136mila euro alle tre diocesi presente nel territorio provinciale per l’assistenza religiosa nei presidi ospedalieri di Cervia, Faenza, Lugo e Ravenna. In tutto sette sacerdoti per l’esercizio dell’azione pastorale, dall’amministrazione dei sacramenti, alla catechesi e all’esercizio di culto: quello che normalmente i parroci svolgono in chiesa. Tutto questo in virtù delle convenzioni quinquennali tra l’azienda sanitaria e le diocesi (Imola per l’ospedale di Lugo, Faenza per quello di Faenza e Ravenna per quelli di Ravenna e Cervia) che scadranno alla fine del 2016 e potranno essere rinnovate di anno in anno per un massimo di tre. In totale una partita da 680mila euro che si basa su una legge regionale del 1989.

La sezione ravennate dell’Uaar (Unione atei agnostici razionalisti) è andata a spulciare negli archivi rendendo note le cifre complessive con i dettagli dei singoli presidi ospedalieri.

Ravenna: costo annuo complessivo di 47.158,53 euro. Due sacerdoti, nominati dalla diocesi, che devono garantire la loro assistenza ai richiedenti e qualora non fossero disponibili per qualsiasi motivo, la diocesi può nominare dei sostituti previa comunicazione all’Ausl che mette a loro disposizione uno spazio adibito a chiesa con tutto l’arredo necessario e fornisce un alloggio costituito da sei locali con arredi all’interno della struttura ospedaliera.

Faenza: 41.129,88 euro. Due sacerdoti per garantire l’assistenza religiosa i quali dispongono di una cappella all’interno della struttura ospedaliera e di un ufficio con relativi arredi, attrezzature e accessori. Inoltre dispongono anche di un alloggio costituito da due locali con relativi arredi, attrezzature e accessori, sempre all’interno della struttura.

Lugo: 41.129,88 euro. Due sacerdoti ai quali viene messa a disposizione una cappella con attrezzature, arredi. Al sacerdote viene messo a disposizione un locale con relativi arredi e attrezzature che a turni alterni potranno utilizzare in maniera separata.

Cervia: 6.648,40 euro. Un sacerdote cui viene garantito apposito spazio adibito a cappella con arredi e accessori, un piccolo locale adibito a sacrestia e ufficio con relative attrezzature e arredi.

In tutte le sedi le spese di manutenzione ordinaria e straordinaria, le spese per pulizie e le utenze sono a carico dell’Ausl.

http://www.ravennaedintorni.it/ravenna-notizie/40506/sacerdoti-in-ospedale-per-l-auslcostano-136mila-euro-ogni-anno.html

Fonte

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.