TwitterFacebookGoogle+

Salone del Libro, gli editori scelgono Milano

Milano – Dopo la riunione questa mattina dell’Aie, Associazione Italiana Editori, il derby per aggiudicarsi la piu’ importante manifestazione del settore librario sembra essere stato vinto da Milano. E a gestirla, dopo 30 anni in cui l’evento si e’ tenuto a Torino, sara’ Fiera Milano con una nuova societa’ ad hoc cui dovrebbe partecipare la stessa Aie, che, attraverso il presidente Federico Motta, ha ribadito l’intenzione dell’associazione di uscire dalla Fondazione del Libro di Torino.

A sfavore del capoluogo piemontese, i costi, secondo una tabella a disposizione degli editori, piu’ alti, e un probabile maggior afflusso di espositori e visitatori. A favore di Milano, oltre all’Aie, si erano espressi nei giorni scorsi diversi operatori del settore e, solo ieri, anche l’Assolombarda, l’associazione degli industriali della Lombardia. Piu’ sfumata la posizione della casa editrice Feltrinelli che, pur preferendo Milano, auspicava una sorta di sinergia. A favore di Torino invece Itedi, la societa’ che edita la Stampa.

Il Consiglio Generale della Associazione Italiana Editori (AIE) – “espressione di tutte le sue componenti: gruppo di varia, gruppo piccoli editori, gruppo accademico professionale, gruppo educativo -, ha dato mandato al Presidente di procedere alla realizzazione di una joint venture con Fiera Milano per l’implementazione del ‘Progetto Promozione del Libro’ , si legge in una nota diffusa al termine della riunione dell’associazione. “La nuova societa’ – prosegue il comunicato – si occupera’ di sviluppare attivita’ di promozione del libro a livello nazionale, anche mediante l’organizzazione di eventi fieristici in tutto il territorio nazionale, valorizzando l’intera produzione editoriale.L’AIE si augura di poter continuare con le Istituzioni piemontesi e la Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura una collaborazione tesa all’individuazione e alla realizzazione di eventi per lo sviluppo della lettura”. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.