TwitterFacebookGoogle+

San Leopoldo Mandić, quarantamila fedeli a Zagabria per l’ostensione del corpo

Nella capitale croata straordinaria grande accoglienza per il Santo della riconciliazione e dell’ecumenismo, accompagnato dai frati cappuccini e dai volontari della Croce Verde.

Un’accoglienza che ha superato ogni aspettativa: l’afflusso di fedeli che fra mercoledì sera e giovedì hanno raggiunto il duomo di Zagabria per rivolgere una preghiera a San Leopoldo Mandić, le cui spoglie sono tornate per la prima volta nella terra natale, ha sorpreso e commosso gli stessi frati cappuccini e i nove volontari di Croce Verde Padova che li accompagnano in questo straordinario viaggio.

ATTESA. Quasi 40mila i fedeli che hanno varcato le soglie del duomo, mentre giovedì sera, dopo la celebrazione in cattedrale con tutti i vescovi della Croazia presieduta dall’arcivescovo di Zagabria Cardinale Josip Bozanic, il trasferimento delle spoglie nella vicina chiesa dei Cappuccini è stato salutato da migliaia di fedeli che attendevano l’arrivo del Santo nel grande sagrato e nel piazzale antistante.

GRANDE PARTECIPAZIONE. Solo alle tre di notte i Cappuccini sono riusciti a chiudere le porte della chiesa, attraversate da un flusso incessante di fedeli, ma già alle 4.45 del mattino c’erano già alcuni devoti in coda arrivati per assistere alla celebrazione di questa mattina. Due i maxischermi allestiti nel sagrato, dal momento che la Chiesa non bastava a contenere tutti i fedeli.

FEDELI. Nella giornata di sabato 16 aprile è già annunciato l’arrivo, da tutta la Croazia di ben 140 pullman. “In questi giorni – racconta Erika Lenzo, giovane volontaria di Croce Verde – abbiamo potuto toccare con mano quando sia forte la devozione nei confronti di San Leopoldo, molti erano commossi fino alle lacrime all’arrivo delle spoglie. L’accoglienza che abbiamo ricevuto è stata davvero straordinaria, in tanti ci hanno avvicinati per ringraziarci del nostro servizio. Un’esperienza che non dimenticheremo”.

RITORNO. Le spoglie di San Leopoldo, il santo della Riconciliazione e dell’Ecumenismo di cui il prossimo 12 maggio ricorrono i 150 anni dalla nascita, ripartiranno domenica mattina da Zagabria a bordo del mezzo funebre della Camporese di Borgoricco per poi rientrare a Padova in serata dopo aver fatto tappa nella chiesa dei Cappuccini di Lubiana.

http://www.padovaoggi.it/cronaca/san-leopoldo-mandic-croazia-zagabria-14-aprile-2016.html

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.