TwitterFacebookGoogle+

Scandalo mail travolge Clinton, solo 1% di distacco

Washington – Lo scandalo delle e-mail continua a erodere il vantaggio di Hillary Clinton, candidata democratica alla Casa Bianca. In vista del voto delle presidenziali dell’8 novembre, il rivale repubblicano Donald Trump è risalito vertiginosamente nei sondaggi e ora, secondo i dati diffusi dal quotidiano Washington Post e dall’emittente Abc, è solo a un punto percentuale dalla Clinton.

Questo nuovo sondaggio è il primo dopo l’annuncio che l’Fbi ha riaperto l’indagine sull’uso di un account di posta elettronica privato per messaggi classificati (quindi segreti) da parte della Clinton quando era segretario di Stato, ossia capo della diplomazia americana. I dati danno la Clinton al 46% contro il 45% di Trump a livello nazionale. Sabato, una precedente rilevazione aveva gia registrato il crollo della Clinton che solo il 22 ottobre aveva un vantaggio di 12 punti (50 a 38%) sul rivale del Grand Old Party. Sabato 29 ottobre il distacco si era ridotto a soli 2 punti (47 a 45%, causato ad un inatteso balzo del 7% di Trump e un calo del 3% di Clinton). Poi venerdì l’annuncio del direttore dellFbi, James Comey, sulla riapertura dell’inchiesta. L’Emailgate riguarda le oltre 60.000 email inviate e ricevute da Hillary Clinton nei 4 anni (2009-2013) in cui fu segretario di Stato utilizzando solo ed esclusivamente un server di posta privato e non quello governativo del dipartimento di Stato.

Il 5 luglio scorso Comey aveva sostenuto che Clinton e il suo staff erano stati “estremamente imprudenti” nella gestione della posta elettronica (tra le 66.000 mail di Clinton ben 110 contenevano informazioni classificate contraddistinte dalla lette ‘C’ all’inizio e tra queste 65 avevano all’interno materiale “secret” e 22 “top secret”) ma aveva sostenuto che non erano emersi elementi per incriminare la candidata democratica. In particolare Comey aveva criticato Clinton per non aver riconosciuto che la lettera ‘C’ apposta su alcuni documenti inviati e ricevuti via mail stesse a significare ‘classificato’ e quindi ne fosse vietata la trasmissione su un sistema di posta non governativo. (AGI)

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.