TwitterFacebookGoogle+

Schaeuble, "Si' a flessibilita'" "Le regole vanno rispettate"

(AGI) – Bruxelles, 27 gen. – Il rispetto delle regole e’ “fondamentale” per la fiducia reciproche fra stati. Lo ha sottolineato, in un suo intervento al Parlamento europeo, il ministro dell’Economia tedesco Wolfgang Schaeuble. “La flessibilita’ non deve portare a situazione in cui vengono meno le basi della fiducia – ha sottolineato – quando questo giustifica il mancato rispetto delle regole e’ sbagliato e distrugge la fiducia reciproca”. Schaeuble ha ricordato che la Germania ha compiuto questo errore nel 2003. “Molti paesi non l’hanno dimenticato: ora abbiamo imparato e per questo l’attuale cancelliere ha voluto assicurare l’Europa che la Germania sicuramente si atterra’ alle regole, non vogliamo farci criticare”. La Grecia “non soffre a causa delle decisioni prese a Bruxelles o Berlino, ma per il fallimento delle sue politiche economiche degli anni scorsi”: lo ha chiarito, rispondendo a una domanda durante l’audizione al Parlamento europeo, il ministro dell’Economia tedesco Wolfgang Schaeuble. “Il principio della politica dello sviluppo, che conosco bene perche’ mia moglie lavora in quel settore – ha detto – e’ ‘aiutati per essere aiutato’: si devono prendere le decisioni giuste perche’ a lungo termine si prendano decisioni politiche che risolvono i problemi sociali”. Ora, ha aggiunto Schaeuble, “l’Eurozona e’ stabilizzata, i paesi che avevano bisogno di aiuti lo hanno avuto, pero’ talvolta c’e’ stata l’impressione che dei problemi di un paese fossero responsabili altri: invece – ha osservato – i problemi nascono sempre a casa ed e’ a casa che si devono risolvere”. La Grecia, ha concluso il ministro tedesco, “e’ sulla buona strada per l’interesse del popolo greco”. .
Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.