TwitterFacebookGoogle+

Scienza, un cranio testimonia l’evoluzione da Neanderthal a Sapiens

Il cranio di un homo sapiens.Un reperto trovato in Israele ricostruisce e spiega la coesistenza tra le due specie.
28 Gennaio 2015 –

(© Gettyimages) Il cranio di un homo sapiens.

Scoperto il cranio umano che segna il passaggio dai Neanderthal all’uomo moderno.
Risale a circa 55 mila anni fa. è stato trovato in Israele, a Manot, e aiuta a ricostruire la storia delle migrazioni dall’Africa verso il continente euro-asiatico, avvenute nel periodo compreso fra 40 mila e 60 mila anni fa.
CONFERMA DA GENETICA. Pubblicata su Nature, la scoperta si deve al gruppo coordinato da Israel Hershkovitz dell’università di Tel Aviv.
Dopo che la genetica ha già dimostrato che il 4% del Dna dell’uomo moderno deriva dai Neanderthal, arriva la prova storica di questo incontro.
«Il Dna ci dice che c’è stato un incrocio e quindi una coesistenza fra Neanderthal e Sapiens ma non ci dice quando», ha osservato la paleontologa Laura Longo, dei Musei Civici Fiorentini.
PROVA COESISTENZA. Questo fossile invece, sottolinea «è la prima prova che in Medio Oriente 55 mila anni fa, come si immaginava, vi è stata una coesistenza fra le due popolazioni».
Oltre a questo, aggiunge, esiste solo un altro fossile che testimonia l’incrocio fra Neanderthal e Sapiens, è stato scoperto in Italia a Riparo Mezzena (Verona) e risale a 39-40 mila anni fa.

http://www.lettera43.it/cronaca/scienza-un-cranio-testimonia-l-evoluzione-da-neanderthal-a-sapiens_43675156168.htm

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.