TwitterFacebookGoogle+

Scontri su tomba di Giuseppe, arrestati 32 ebrei ortodossi

Gerusalemme – La polizia israeliana ha arrestato 32 ebrei ortodossi che nella notte erano entrati senza permesso nella tomba di Giuseppe a Nablus, in Cisgiordania, causando incidenti con i palestinesi residenti nella zona. Circa 60 religiosi sono entrati nel luogo sacro a ebrei, cristiani e musulmani “senza permesso e sono stati bersaglio di una sassaiola”, si legge in una nota diffusa dal portavoce della polizia, Luba Samri. “La polizia e’ intervenuta e ne ha arrestati 32”. Il mausoleo si trova nell’area A, una zona della Cisgiordania sotto il totale controllo del governo palestinese in seguito alla divisione territoriale stabilita con gli accordi di Oslo (1993). Per questo l’esercito israeliano supervisiona le visite e le coordina con le autorita’ palestinesi, procedimento che la scorsa notte non e’ avvenuto. (AGI)

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.