TwitterFacebookGoogle+

Scoperto un biomarcatore che segnala chi usa binge drinking

(AGI) – Roma, 27 lug. – Scoperto un biomarcatore che potrebbe
aiutare a individuare quei ragazzi che fanno uso eccessivo di
alcol e che si dedicano al cosiddetto ‘binge drinking’. A
scoprirlo un gruppo di ricercatori dell’Universita’
dell’Illinois di Chicago guidati da Mariann Piano capo del
dipartimento di scienze della salute comportamentale. Il
biomarcatore, chiamato Peth, potrebbe essere utilizzato per
ampio screening dei giovani che adottano comportamenti errati
in merito al consumo di alcol. Lo studio e’ stato pubblicato
sulla rivista Alcohol and Alcoholism. “La moda del Binge
drinking e’ pervasiva nei campus universitari e tra i giovani
adulti – ha detto Piano – e il fatto piu’ allarmante, pero’, e’
che la regolarita’ degli episodi di binge drinking: uno
studente su cinque segnalano tre o piu’ episodi binge drinking
nelle precedenti due settimane”.

Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.