TwitterFacebookGoogle+

Se davvero volete vedere le stelle cadenti, lasciate perdere San Lorenzo

Il 10 agosto, San Lorenzo, è la notte delle stelle cadenti. Ma se davvero volete godervi lo spettacolo – o avere una notte davvero romantica senza stare invano con il naso all’insù, dovete aspttare un paio di giorni, tra il 12 e il 13 agosto. E’ quella la note in cui si registra il momento di massima attività delle Perseidi con un ritmo di 150 stelle cadenti all’ora.

Ormai lo sanno tutti che le ‘stelle cadenti’ sono in realtà tutt’altro: detriti (polveri e ghiaccio piccoli come granelli di sabbia, ma anche grandi un metro) abbandonati dalla cometa Swift-Tuttle nel suo passaggio intorno al Sole e che la Terra, nel suo annuale giro intorno al Sole, attraversa intorno a luglio agosto di ogni anno. 

La cometa Swift-Tuttle è transitata vicino al nostro pianeta nel 1992 e non ripasserà fino al 2126, quando – se le previsioni sono corrette e verranno confermate – dovrebbe essere visibile a occhio nudo quanto la cometa Hale-Bopp nel 1997.

Qui i consigli di Focus per godersi al meglio lo spettacolo.

 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.